Quando il Tribunale autorizza i minorenni a sposarsi?

Una ragazza di 16 anni da un po’ di tempo frequenta un ragazzo del quale è molto innamorata.

Quando stanno insieme sono molti felici e hanno progettato un futuro insieme.

Il desiderio dei due giovani, è quello di sposarsi il prima possibile, ma i tuoi genitori sono assolutamente contrari. Vogliono che tu finisca la scuola e poi ti iscriva all’università. Tu, però, vuoi decidere da sola cosa è meglio per te.

In questa sede faremo il punto della situazione, chiedendoci se il matrimonio tra minorenni, sia valido.

Continua a leggere Quando il Tribunale autorizza i minorenni a sposarsi?

Cassazione: quando termina l’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne convivente?

Con l’ordinanza n. 17183, depositata il 14 agosto 2020, la prima sezione civile della Corte ha ulteriormente precisato i limiti entro cui il figlio maggiorenne “convivente” può ottenere il mantenimento a carico dei propri genitori.

Continua a leggere Cassazione: quando termina l’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne convivente?

Covid-19, il divorzio diventa telematico.

L’opportunità ci sarà nei casi di separazioni e divorzi consensuali. Via libera del Consiglio Nazionale Forense che nelle nuove linee guida per i procedimenti durante l’emergenza ammette la separazione tramite PEC per separazioni e divorzi consensuali.

Continua a leggere Covid-19, il divorzio diventa telematico.

Figlio nato fuori dal matrimonio: diritti e obblighi dei genitori e come farli valere.

La disciplina è stata integralmente riformata dal D.Lgs. n. 154/2013, che ha equiparato in toto i figli nati in costanza di matrimonio dagli altri.

Continua a leggere Figlio nato fuori dal matrimonio: diritti e obblighi dei genitori e come farli valere.

I figli vanno mantenuti anche se maggiorenni, ma solo a certe condizioni.

Lo ha confermato la Corte di Cassazione, con l’ordinanza 22 luglio 2019, n. 19696.

Continua a leggere I figli vanno mantenuti anche se maggiorenni, ma solo a certe condizioni.

Divorzio, le Sezioni Unite sciolgono i dubbi e privilegiano il criterio del contributo alla vita familiare.

Attesa dal 10 aprile, la sentenza delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione Civile n. 18287 è stata depositata l’11 luglio e ha sgombrato il campo dai dubbi sorti sull’assegno di divorzio dopo la celebre sentenza n. 11504 del 2017, la quale aveva eclissato il criterio del tenore di vita in costanza di matrimonio fra quelli di cui tenere conto per la quantificazione dell’assegno.
Elemento centrale diventa ora l’apporto del coniuge alla vita familiare.

Continua a leggere Divorzio, le Sezioni Unite sciolgono i dubbi e privilegiano il criterio del contributo alla vita familiare.

Diritto all’oblio, la Cassazione detta le condizioni.

Non essere più ricordati, nominati e chiamati in ballo dai mass media: si può, ma non sempre. Nella maggior parte dei casi, infatti, telegiornali, giornali e gli altri mezzi di comunicazione possono occuparsi di chiunque, in forza del diritto di cronaca.
Il quale, però, deve rispettare una serie tassativa di regole.

Continua a leggere Diritto all’oblio, la Cassazione detta le condizioni.

Casa in comunione legale fra marito e moglie pagata interamente da lui. In caso di divorzio, il marito può pretendere il pagamento della metà?

Esistono “strade” legali percorribili per imporre alla moglie di vendere e consegnare l’intero ricavato al marito? Oppure, di pagargli la metà della casa che era stata pagata da lui in corso di matrimonio?

Continua a leggere Casa in comunione legale fra marito e moglie pagata interamente da lui. In caso di divorzio, il marito può pretendere il pagamento della metà?

Divorzio, le modifiche apportate dalla legge n. 55/15: è davvero più facile divorziare?

Il divorzio: introdotto in Italia dalla legge n. 898 del 1970, ha subito negli anni varie modifiche, fra le quali, per ultima, quella avvenuta nel 2015, con cui si è scelto di ridurre i termini per ottenere lo scioglimento del matrimonio. Ma in che senso si può parlare di riduzione? E, in pratica, è stato davvero semplificato l’iter per ottenere il provvedimento di divorzio? Ripercorriamo in breve l’attuale quadro di norme.

Continua a leggere Divorzio, le modifiche apportate dalla legge n. 55/15: è davvero più facile divorziare?

Cassazione: va riconosciuto il matrimonio contratto per via telematica, purché ammesso nel paese della celebrazione.

La Prima Sezione Civile della Corte ha ritenuto la compatibilità con l’ordine pubblico interno del matrimonio celebrato in Pakistan da una cittadina italiana e da un cittadino pakistano e contratto, secondo la legge straniera, in forma telematica e, dunque, senza la contestuale presenza dei nubendi.

Continua a leggere Cassazione: va riconosciuto il matrimonio contratto per via telematica, purché ammesso nel paese della celebrazione.