Legittima difesa, cosa cambia con la riforma del 2019

Il parlamento approva la riforma caldeggiata dalla Lega sulla legittima difesa con 201 sì, 38 no e 6 astenuti. Ma cosa cambia, in concreto, rispetto al passato?

Continua a leggere Legittima difesa, cosa cambia con la riforma del 2019

Tribunale di Roma, è fondato su responsabilità datoriale il ricorso davanti al giudice del lavoro per infortunio sul lavoro contro un’impresa soggetta a procedura concorsuale.

La sezione Lavoro del Tribunale Civile di Roma ha ritenuto che la domanda rivolta al giudice del Lavoro (e non a quello del Fallimento) contro l’impresa soggetta a procedura concorsuale inquadra in automatico la domanda ai sensi dell’art. 2087 c.c. (responsabilità del datore di lavoro).

Continua a leggere Tribunale di Roma, è fondato su responsabilità datoriale il ricorso davanti al giudice del lavoro per infortunio sul lavoro contro un’impresa soggetta a procedura concorsuale.

Sanzione amministrativa per occupazione abusiva di alloggi ERP: non dovuta dall’ospite senza titolo.

È quanto ha stabilito la II sezione del Tribunale Civile di Roma su ricorso avanzato dal nostro studio, annullando così la determinazione dirigenziale ingiuntiva che aveva irrogato la sanzione, originariamente fissata in € 65.000,00.

Continua a leggere Sanzione amministrativa per occupazione abusiva di alloggi ERP: non dovuta dall’ospite senza titolo.

Omicidio stradale, revoca della patente solo in caso di ebbrezza o droga.

La Corte Costituzionale, con il comunicato del 20 febbraio 2019, ammette la maggiore severità delle pene, ma subordina la revoca della patente alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Continua a leggere Omicidio stradale, revoca della patente solo in caso di ebbrezza o droga.

Avvocati: la lombosciatalgia acuta non basta per non andare in udienza.

Il legittimo impedimento del legale va prontamente comunicato e lo stato patologico deve mettere a rischio la salute.

Continua a leggere Avvocati: la lombosciatalgia acuta non basta per non andare in udienza.

Cassazione, abusivo l’accesso su Facebook anche per chi aveva ricevuto la password dal titolare del profilo.

Con due sentenze (n. 2905/19 e n. 2942/19), la Sezione V della Corte di Cassazione Penale afferma che commette il reato di accesso abusivo ad un sistema informatico ex art. 615-ter c.p. anche chi ha ricevuto in modo pacifico la password della pagina social dal titolare qualora l’accesso ecceda le ragioni per cui era stato consentito.

Continua a leggere Cassazione, abusivo l’accesso su Facebook anche per chi aveva ricevuto la password dal titolare del profilo.

Chiusura dello studio legale per le imminenti festività.

Caro lettore, lo studio legale resterà chiuso – oltre che il 25 e il 26 dicembre – dal 29 dicembre al 6 gennaio. Tutti i messaggi inviati verranno riscontrati subito dopo la riapertura.

Con l’occasione, Vi auguro di passare delle serene Festività in compagnia dei Vostri cari.

Buon Natale e Felice 2019!

Il DDL Anticorruzione è legge: ecco le principali novità.

Il testo approvato dal Senato non ha subito modifiche: vediamo qui di seguito quali saranno le novità introdotte dal provvedimento che era stato soprannominato “spazzacorrotti”.

Continua a leggere Il DDL Anticorruzione è legge: ecco le principali novità.

Alloggi di edilizia residenziale pubblica, i provvedimenti si impugnano davanti al giudice ordinario o amministrativo?

Respinta la richiesta di assegnazione, negato il subentro: a quale tribunale rivolgersi, quello civile oppure il TAR? La giurisprudenza è omogenea e il criterio in base al quale adire l’uno o l’altro giudice è netto. Vediamo qual è la linea di demarcazione.

Continua a leggere Alloggi di edilizia residenziale pubblica, i provvedimenti si impugnano davanti al giudice ordinario o amministrativo?

Blocco della prescrizione dopo il primo grado di giudizio: il problema spiegato in breve.

Il DDL corruzione introduce il blocco della prescrizione dopo il primo grado di giudizio, anche in caso di assoluzione. Se l’emendamento sarà approvato, quindi, una volta terminato il primo grado di giudizio, i reati non potranno mai più andare in prescrizione, indipendentemente dalla lunghezza del processo.
Cerchiamo di capire meglio come funzionerebbe il blocco e, nel merito, le opinioni dei contrari e dei sostenitori dell’emendamento.

Continua a leggere Blocco della prescrizione dopo il primo grado di giudizio: il problema spiegato in breve.