Sezioni Unite, l’uso esclusivo di un bene condominiale non è diritto reale ma solo personale

Così le SS.UU. con la sentenza n. 28972 del 17 dicembre 2020.

Il diritto in questione non può essere annoverato nell’ambito del diritto d’uso ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1021 c.c., salvo non se ne dia atto nel titolo costitutivo dello stesso.

Questo in ragione del principio del numero chiuso che impernia il sistema codicistico dei diritti reali.

La conclusione raggiunta dalle Sezioni Unite non vieta al legislatore di ampliare il novero dei diritti reali, ma ad oggi, stanti le attuali disposizioni del codice civile, non può trovare esistenza nel nostro ordinamento il diritto reale di uso esclusivo di un bene condominiale.

Da ciò derivano conseguenze molto diverse quanto all’opponibilità e alla trascrizione del diritto di uso esclusivo di un bene condominiale, il quale, pertanto, in assenza di specifica indicazione nella sentenza, deve ritenersi di natura meramente “personale”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.