Abuso edilizio: la prescrizione travolge anche l’ordine di demolizione.

Lo ha deciso la Sez. III della Corte di Cassazione penale.

La Corte di Cassazione, Sez. III, con sentenza pubblicata in data 12 marzo 2021 ha dichiarato che l’estinzione per prescrizione del reato di costruzione abusiva dichiarata dal giudice d’appello comporta la conseguente dichiarazione di revoca dell’ordine di demolizione impartito con la sentenza di primo grado.

Più precisamente, la Corte ha affermato che l’ordine di demolizione consegue alle sole sentenze di condanna per il reato di cui all’art. 44 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 come disposto dall’art. 31, comma nono, dello stesso D.P.R..

Per l’effetto, la Suprema Corte ha annullato la sentenza impugnata per avere omesso di disporre, come sarebbe stato necessario, a fronte della intervenuta estinzione del reato di cui all’art. 44 cit., la revoca dell’ordine di demolizione e della restituzione in pristino dello stato dei luoghi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.