Cartella esattoriale per multe mai notificate: illegittima, ma attenzione ai termini.

Come impugnare una cartella esattoriale per multe mai notificate? Il Giudice di Pace di Roma conferma il trend consolidato da anni sull’illegittimità delle cartelle, ma l’OSA va depositata in cancelleria entro termini ben precisi.

Non c’è più alcun dubbio ormai sull’illegittimità di una cartella esattoriale basata su sanzioni amministrative che in passato non erano mai state notificate al trasgressore, al netto di ogni considerazione che entri nel merito delle stesse.

Tuttavia, attenzione al tipo di impugnazione che verrà intrapresa, che non potrà riguardare la cartella esattoriale in sé, ma dovrà essere sulla sanzione amministrativa originaria.

La differenza non è di poco conto se si considera che la prima tipologia di impugnazione non ha termini decadenziali e può essere proposta in ogni tempo, anche in pendenza della fase esecutiva; la seconda, invece, segue il rito tipico delle opposizioni a sanzione amministrativa, il cui ricorso va depositato nella cancelleria del Giudice competente entro 30 giorni dalla notificazione.

Attenzione anche al corretto calcolo del giorno da cui far decorrere i 30 giorni, atteso che spesso le notifiche degli atti giudiziari non avvengono a mani del destinatario (perché temporaneamente assente da casa) e quindi occorre conteggiare il termine di notificazione ai sensi dell’art. 140 c.p.c..

A tele ultimo proposito, il consiglio è quello di farvi sempre assistere da un legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.