Equitalia: online il modulo per la rottamazione delle cartelle.

Di seguito riportiamo la procedura per accedere alla definizione agevolata. Dopo la presentazione della domanda entro il 24 aprile 2017, Equitalia comunicherà al contribuente l’ammontare complessivo delle somme dovute.

La Definizione agevolata prevista nell’articolo 6 del decreto legge n. 193/2016, si applica alle somme riferite ai carichi affidati a Equitalia tra il 2000 e il 2015.

Chi intende aderire pagherà l’importo residuo delle somme inizialmente richieste senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.
Come presentare la domanda
La dichiarazione di adesione alla definizione agevolata può essere presentata dal contribuente:

Equitalia Servizi di riscossione comunicherà al contribuente entro il 24 aprile 2017 (180 giorni dopo la pubblicazione del DL sulla Gazzetta Ufficiale) l’ammontare complessivo delle somme dovute e gli invierà i bollettini di pagamento.

2 commenti su “Equitalia: online il modulo per la rottamazione delle cartelle.”

  1. Gentile Avvocato
    Quindi, se ho capito bene il suo articolo, pagherò l’importo della multa come richiesto in origine. Come se l’avessi pagata entro i sessanta giorni dal verbale, per intenderci.
    Ma nel caso in cui non fossi in possesso delle cartelle esattoriali di Equitalia, ma sapessi comunque di esser soggetto a qualche ingiunzione o provvedimento pregresso, cosa potrei fare? Informarmi presso Equitalia?
    In altre parole, la sanatoria sulle cartelle esattoriali, vale anche se le cartelle non mi son state mai notificate (o meglio, magari non ho avuto modo – per mia mancanza – di andarle a ritirare alla posta nei termini richiesti)?

    Ora faccio una domanda che definirei “italiana” (naturalmente so che un avvocato non può far previsioni, ma magari, visto che ha un occhio più allenato sulle leggi, fingendo di non essere un avvocato, può dare uno spurio parere “civile”) … nel caso in cui la scampassi e non aderissi alla sanatoria (o rottamazione) di Equitalia, lei pensa ci sia la possibilità che gli archivi, a seguito dell’ipotesi di eliminazione di Equitalia stessa, vengano in qualche modo azzerati, cancellati o resettati? La legge consentirebbe una sanatoria così radicale sulle cartelle esattoriali anche in anticipo sulla naturale prescrizione (se non erro decennale) delle cartelle esattoriali di Equitalia (per dire sulle multe o sulle imposte – tasse non pagate)?

    Grazie in anticipo.

    1. Equitalia utilizza una sorta di database. Una specie di anagrafe da cui è possibile risalire alla posizione di ciascun cittadino, anche in termini di cartelle non pagate e di inadempimento. Perciò, per rispondere al primo quesito, sì, equitalia è l’unico soggetto in grado di dirLe qual è la Sua posizione, anche qualora non avesse mai ricevuto una notificazione.

      Quanto alla previsione, come Lei ha già detto è piuttosto difficile azzardarne una sulle mosse del parlamento in tal senso. Perciò, a alla Sua domanda “italiana”, mi sento di darLe una risposta altrettanto italiana: molto dipenderà da quanti parlamentari hanno a loro carico delle cartelle da pagare e dalle cifre delle cartelle stesse. Se alla base di un’eventuale sanatoria Vi sarà questa considerazione, allora potrei dirLe che potremmo star tutti piuttosto tranquilli.

      Un saluto cordiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.