Fuochi d’artificio tracciati da ottobre. Stop alla vendita di prodotti “occulti”.

Attuata tramite il d.lgs. 1/2016 la direttiva 2014/58/UE che prevede la tracciatura degli articoli pirotecnici. La normativa entrerà in vigore a far data dal 17 ottobre 2016 e prevede un controllo su tutta la filiera produttiva, dal fabbricante al negozio di vendita. Vediamo i punti più salienti della riforma.

Tutti gli articoli saranno dotati di un identificativo a dieci cifre, delle quali le prime quattro indicano l’organismo notificato rilasciante la certificazione CE; le successive due, la categoria dell’articolo pirotecnico (da usarsi in spazi aperti o anche chiusi e/o da personale specializzato o meno); e le ultime quattro, il numero di trattamento utilizzato.

Gli organismi notificati che rilasciano le certificazioni devono tenere per almeno dieci anni il registro degli articoli pirotecnici, messo a disposizione del pubblico su internet.

I fabbricanti e gli importatori devono munirsi di analogo registro per contenente le informazioni sui fuochi d’artificio prodotti (quantità, tipologia, destinazione etc.) che deve essere conservato almeno 10 anni e consegnato in copia alla prefettura territorialmente competente.

L’elemento più spigoloso della normativa, oggetto di dibattito più acceso a causa divergenti pareri di avvocati e legali sul punto, è costituito dall’elemento sanzionatorio. La sanzione comminata verso chi non doterà i fuochi del numero di riferimento non ha carattere penale, bensì amministrativo, concretandosi nel pagamento di una somma dai 200 € ai 700 € per ogni pezzo non etichettato. Sarebbe stato interessante indirizzare lo studio sulle sanzioni nell’ambito penale, per capire se misure di questo tipo potessero adattarsi ai casi in questione: le conseguenze di una violazione possono essere gravi, tenuto conto che sovente, a cagionare danni ai fruitori degli articoli pirotecnici, è sì un uso improprio dei fuochi, ma anche e soprattutto la discutibile, abusiva e illecita fabbricazione degli stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.