Professionisti, all’Assemblea di febbraio via libera al ‘Manifesto per la modernizzazione del Paese’

Dopo l’approvazione definitiva della norma sull’equo compenso ai professionisti, il CUP (Comitato unitario delle professioni) e la RTP (Rete delle professioni tecniche) hanno dato vita, lo scorso 30 novembre, a Roma, all’alleanza ‘PROFESSIONISTI PER L’ITALIA’, aperta anche ad altre organizzazioni (Casse di previdenza, sindacati, associazioni giovanili della varie categorie di lavoratori autonomi).

L’Alleanza, si legge in una nota recente, “entro le prossime settimane elaborerà un Manifesto per la modernizzazione del Paese, da sottoporre all’attenzione delle diverse forze politiche che si candidano a governare il Paese“.

L’occasione ci sarà il 21 febbraio prossimo, durante l’Assemblea programmatica a Roma, in cui verranno illustrati “i dati” e “presentate le misure e le proposte avanzate da ‘PROFESSIONISTI PER L’ITALIA’ in materia di investimenti pubblici, sussidiarietà, semplificazione fiscale, percorsi formativi, gestione del rischio e sicurezza, tutela dei diritti dei cittadini, integrazione e accoglienza sociale, ingresso e permanenza nel mercato del lavoro, ruolo della rappresentanza e sussidiarietà degli Ordini professionali”.

L’occasione sarà fondamentale per conoscere i programmi ideati dall’Alleanza al fine di dare nuova linfa al settore della libera professione, negli ultimi decenni soffocato da tasse, burocrazia e dalla crisi economica italiana.

Chiaramente, la percorribilità o meno delle proposte avanzate dall’Alleanza alle Forze Politiche, dipenderà anche dalla compatibilità delle stesse con i programmi dei partiti, ad oggi ancora fumosi e in via di definizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.