Il furto di un bene di proprietà altrui. Alcuni rilievi di carattere penalistico.

Tizio, a seguito di una notte passata nella sua abitazione con Caia, una sua frequentazione, risvegliatosi all’indomani rileva che gli è stato sottratto un bene. Tale bene, tuttavia, non era di sua proprietà, ma di proprietà di Sempronio, un suo amico che a sua volta lo aveva ereditato.
Al netto di ogni considerazione di carattere civilistico, Tizio si domanda: a) se può egli stesso sporgere denuncia alle autorità competenti seppur non sia il proprietario del bene; b) come procederebbe, eventualmente l’organo inquirente; c) quale sanzione potrebbe essere comminata.

Continua a leggere Il furto di un bene di proprietà altrui. Alcuni rilievi di carattere penalistico.