Sezioni Unite, contratto di locazione. Omessa o tardiva registrazione e previsione di un canone maggiore in un diverso accordo.

La mancata registrazione del contratto di locazione di immobili ne comporta nullità; essa, ove da sola sussistente, consente la produzione degli effetti del contratto con decorrenza ex tunc (cioè retroattivamente, decorrendo dalla data del contratto stesso), nel caso in cui la registrazione sia effettuata tardivamente. E’ nullo il patto col quale le parti di un contratto di locazione di immobili ad uso non abitativo concordino occultamente un canone superiore a quello dichiarato; detta nullità “vitiatur sed non vitiat”, con la conseguenza che solo il patto risulterà insanabilmente nullo, a prescindere dall’avvenuta registrazione.

Continua a leggere Sezioni Unite, contratto di locazione. Omessa o tardiva registrazione e previsione di un canone maggiore in un diverso accordo.